21 Novembre 2022

ASPESI Torino – Cena sociale con l’Assessore all’Urbanistica Paolo Mazzoleni

Resoconto cena sociale di ASPESI Torino con l’Assessore Paolo Mazzoleni

Ha introdotto l’incontro Marco Crespi, Presidente di ASPESI Torino, sintetizzando il lungo iter che ha portato alla redazione dei due documenti di proposte che vengono presentati questa sera all’Assessore all’Urbanistica del Comune di Torino Paolo Mazzoleni. Per questo ha ringraziato i redattori degli stessi testi: Carlo Micono e Sabina Carucci (AI) e Concetta Sulpizio e Filippo Mondelli (Gruppo Rollino), nonché le relative aziende Associate ASPESI (AI Group e Less -C2R) che hanno reso disponibili questi loro esponenti per le varie riunioni del gruppo di lavoro. Costituito ad hoc per corrispondere alla stessa richiesta dell’Assessore Paolo Mazzoleni rivolta nel maggio del 2022 ad una precedente cena sociale di ASPESI Torino di formulare proposte sia normative che progettuali.
I relatori hanno, poi, presentato e illustrato i documenti proposti, il primo dei quali (V.LINK) contiene alcune proposte di innovazioni normative ed organizzative che, entro gli stretti limiti posti dal PRG vigente, possano determinare una semplificazione e un’accelerazione dei tempi degli iter autorizzativi), in particolare per i progetti di maggior impatto urbanistico. Il secondo (V.LINK), invece, è una proposta progettuale volta all’avvio del processo di rigenerazione urbana del grande e variegato quartiere AURORA di Torino.
Aprendo la sua comunicazione, l’Arch. Mazzoleni ha prima di tutto ringraziato l’ASPESI -nazionale e locale- per l’impegno e la determinazione con i quali ha dato immediato seguito alla sua richiesta all’associazione immobiliare di proposte sia di tipo normativo che di tipo progettuale. Ha, poi, ricordato che il momento si presenta molto favorevole per Torino, perché quando si “ridanno le carte” negli equilibri tra le città italiane, una città in crisi ne è avvantaggiata. E rileva nelle nostre proposte una singolare sintonia tra una prospettiva pubblica e un’ottica di business, perché sia le linee-guida del documento generale ASPESI -Ufficio Progetti speciali, accelerazione dei tempi, semplificazione delle procedure-, sia la proposta progettuale sul Quartiere Aurora coincidono sostanzialmente proprio con le scelte di questa Amministrazione comunale.
Ciò detto, l’Assessore ritiene comunque indispensabile procedere verso il nuovo PRG, senza il quale è perfino impossibile adeguare il Regolamento Edilizio torinese a quello “tipo” nazionale. L’Assessore informa che per questo obiettivo è già stata stanziata la somma necessaria in bilancio e che la parte strategica e il disegno della città verranno realizzati all’interno, mentre il resto sarà commissionato all’esterno per guadagnare tempo e non congestionare le già ridotte strutture funzionariali interne. Nel PRG vigente mancano perfino cose già fatte, come la metropolitana, ma anche i servizi nuovi, le manifatture, la mobilità. L’obiettivo della Giunta è di avere in vigore il nuovo PRG entro il suo mandato.
L’Arch. Mazzoleni ha, poi, segnalato che, a causa del ricorso del Governo alla Consulta, la legge regionale Piemonte 7/22 (cd. Marin) è ferma e non si possono, quindi, approvare le linee attuative, bloccando così tutto, salvo i permessi in deroga (ai quali questa Amministrazione è contraria in linea di principio, salvo casi eccezionali). Entro l’anno sarà approvato il nuovo Regolamento Edilizio, ma per averlo presto si è scelto di non aprirlo a innovazioni importanti. Per cui non determinerà ancora un vero accorciamento dei tempi relativi ai titoli abilitativi, sul quale peraltro l’Assessore si è impegnato ad un salto di qualità vero entro il 2023.
L’Assessore è entrato, poi, nel merito delle ragioni per le quali l’Amministrazione ha condiviso la proposta di ASPESI Torino di “adottare” il quartiere Aurora, area che presenta insieme grandi virtualità e potenzialità, anche sul piano economico-commerciale, e contenitori dismessi e zone degradate, ricordando che sulla rigenerazione urbana il Comune di Torino dispone di 20 milioni di euro di fondi europei, oltre alla quota dei 4 miliardi di PNR per Torino -dei quali 3,4 sono stati assegnati alla materia territoriale- e i fondi del PINQUA.
L’Assessore ha, poi, ricordato che la comunicazione al mercato delle nuove infrastrutture deve anticipare la loro realizzazione, in modo da attirare investimenti privati: il caso delle nuove stazioni di metropolitana è emblematico in tutte le grandi città.
Altre iniziative di efficientamento dell’azione comunale sono le nuove assunzioni deliberate (a 50 alla volta) di tecnici, funzionari e dirigenti e il rilancio di InfraTo che dovrebbe diventare la nuova stazione appaltante dello sviluppo della metropolitana e, in generale, della maggior parte delle opere di cui ai 3,4 miliardi di PNRR da spendere sul territorio della città ed ex-provincia di Torino.
Conferma, infine, la disponibilità ad accettare -studiate e verificate le fattibilità giuridiche- l’apporto dei privati agli iter autorizzativi e il nuovo Ufficio Progetti speciali poterebbe essere, nella sua visione, proprio il luogo dove far atterrare il contributo privato, come da proposta ASPESI.
E’ seguito ampio dibattito tra i partecipanti, il cui tema conduttore è stata l’assoluta necessità di semplificare gli iter e accelerarne i tempi, perché in una situazione difficilissima per il settore come l’attuale -ovunque e a Torino in particolare- con l’esplosione dei costi delle materie prime e dell’energia e la recessione alle porte, l’unico incentivo efficace che si potrebbe e dovrebbe ricevere è proprio su tempi e modalità delle autorizzazioni.
Ha concluso l’incontro il Presidente Nazionale ASPESI, Federico Filippo Oriana, esprimendo il forte apprezzamento e sincero ringraziamento dell’intera ASPESI e suo personale per il grande lavoro svolto nel 2022 a Torino per focalizzare i problemi e redigere proposte di soluzione agli stessi.  Ringraziamento in primis al Presidente e alla Consigliera Delegata di ASPESI Torino, ai Soci Ai Group e Gruppo Rollino (Less – C2R) che hanno supportato questo impegno, ai Soci e Consiglieri che hanno inviato i loro contributi come Alessandro Frascarolo, a tutti i giovani professionisti del gruppo di lavoro sopra elencati che hanno materialmente redatto i due documenti presentati all’Assessorato. Ha, infine, espresso vivo compiacimento e ringraziamento all’Assessore Paolo Mazzoleni, non solo per la sua grande disponibilità ad un confronto continuo e reale con ASPESI Torino, ma anche e soprattutto per il metodo di lavoro -essenziale e concreto- instaurato con noi che ha portato già a primi risultati in pochi mesi e altri più importanti ne porterà di sicuro in futuro. Ha, per concludere, chiesto all’Assessore come si poteva rimanere tra lui e noi per i prossimi passi, condividendo con lui l’accordo di programmare il passo successivo di questo confronto per maggio-giugno 2023, mentre molto prima -già tra gennaio e febbraio- l’Assessore intende coinvolgere ASPESI Torino nell’impostazione del nuovo PRG.
 
 
Gallery
Contattaci
Compila il form per maggiori informazioni
Sarai ricontattato al piĆ¹ presto
Invia richiesta