21 Giugno 2023

Confronto tra Soci ASPESI sulla revisione del PGT di Milano
 

Dopo la comunicazione del Presidente ASPESI Federico Filippo Oriana sulla rigenerazione urbana, al termine della giornata di lavori al ReItaly Summer 2023 si è avviato il confronto tra Soci di ASPESI Milano e di ASPESI Progettazione, da un lato, e un panel tecnico composto dagli Avvocati Matteo Peverati e Francesco Boetto, dall’altro, sullo stato del processo di revisione del PGT di Milano avviato dal Comune di Milano.
Il confronto è stato introdotto dal Presidente che ha sottolineato come l’attuale PGT -pur entrato in vigore da pochissimo tempo, ossia nel febbraio 2020- debba già essere profondamente modificato perché i fatti di straordinario rilievo intervenuti subito dopo il suo avvio -Covid, inflazione in particolare delle materie prima, crisi internazionale, brusco rialzo dei tassi di interesse- hanno cambiato radicalmente le esigenze connesse al vivere, abitare e lavorare a Milano. Di particolare impatto sulla nostra categoria dei promotori e sviluppatori immobiliari sono due gravi fenomeni in atto: l’emergenza abitativa e il blocco degli investimenti immobiliari dall’estero (specialmente USA), fenomeni realmente inaspettati, almeno in questa misura.
Il “nuovo” PGT dovrà, quindi, non solo superare le problematiche tecniche e applicative emerse nei primi tre anni di sua vigenza, ma anche tentare di dare le prime risposte a queste gravi criticità emerse dalla sua applicazione (ad es. l’estensione delle aree destinate a servizi condominiali all’interno dell’edificio senza utilizzo di superficie utile). E anche fornire strumenti operativi per l’avvio del recupero dei molti “buchi neri” sul territorio sopravvissuti anche a questi ultimi anni di boom immobiliare. Boom che è stato molto forte, ma non risolutivo degli squilibri strutturali del patrimonio immobiliare milanese.  “Perché - ha concluso Oriana - i PGT in Lombardia -così come nelle altre regioni i PRG- hanno un grande e insostituibile ruolo per delineare una politica urbanistica innovativa, in particolare territoriale, a differenza dei regolamenti edilizi che, disciplinando solo le modalità attuative e realizzative, non possono assolvere ad un vero ruolo strategico nella concreta dinamica della destinazione del territorio milanese. Per cui la revisione di quello di Milano -per le mutate esigenze della comunità milanese che la reclama a gran voce- rappresenta una vera occasione da non perdere, in particolare per dotarci di strumenti tecnico-giuridici in grado di determinare insieme rigenerazione urbana e qualità e quantità dell’abitare, oltre che di favorire la rapida creazione di contenitori produttivi di ultima generazione”.
Gli Avvocati Matteo Peverati e Francesco Boetto dello Studio Belvedere, Inzaghi & Partners hanno illustrato le prime proposte ASPESI per la revisione del PGT presentate a maggio al Comune, con una precisa rappresentazione delle criticità rilevate e dei conseguenti obiettivi di cambiamento o razionalizzazione della normativa.
Al termine dell’illustrazione da parte dei relatori, ha fatto seguito un serrato confronto con i partecipanti sui problemi e sulle possibili soluzioni poste dalla decisione della Giunta comunale di avviare una profonda revisione anticipata del nuovo PGT di Milano. La conclusione unanimemente condivisa è stata quella di partecipare attivamente come ASPESI a tutti gli eventi e a tutte le occasioni (ad es. presentazione di osservazioni) concesse dalla procedura comunale, attivando a tal fine sia la Commissione Urbanistica di ASPESI che il Gruppo di lavoro speciale di ASPESI Progettazione sul PGT di Milano.  
Contattaci
Compila il form per maggiori informazioni
Sarai ricontattato al piĆ¹ presto
Invia richiesta