04 Luglio 2022

Accolto l’emendamento di ASPESI Roma per la proroga del Sismabonus

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto PNRR 2 che ha recepito l’emendamento presentato da ASPESI Roma  inerente la proroga del SISMABONUS 110%  al 31.12.2022.
L’emendamento è stato elaborato grazie al lavoro coordinato dal Presidente Paolo Buzzetti, insieme alla CAM  SPA del nostro Consigliere Angelo Marinelli e al Sen. Antonio Saccone, membro della Commissione Bilancio al Senato. Presentato a maggio al Sottosegretario del MEF Alessandra  Sartore  e perfezionato nel corso dell’incontro del 6 giugno scorso con la D.ssa Patrizia Claps - Direttore Centrale Personale fisiche, lavoratori autonomi ed enti non commerciali dell’Agenzia delle Entrate.
Con la conversione in legge del Decreto PNRR 2 è stata quindi posticipata la scadenza per la stipula dell’atto definitivo di compravendita, con una proroga di 6 mesi, fino al 31 dicembre 2022, a condizione che al 30 giugno:
  • sia stato sottoscritto un contratto preliminare di venditadell’immobile regolarmente registrato;
  • siano stati versati gli accontiutilizzando lo sconto in fattura e sia stato maturato il relativo credito d’imposta;
  • sia stata rilasciata la dichiarazione di ultimazione dei lavori strutturali;
  • sia avvenuto il collaudo dell’immobile, con rilascio dell'asseverazione sismica;
  • l’immobile sia stato accatastato almeno in categoria F/4.
Qualora invece non sussistano queste condizioni, dal 1° luglio 2022 si perderà l’aliquota di detrazione al 110%.
 
Cos’è il Sismabonus Acquisti
 
Come previsto dall’art. 16, comma 1-septies del D.L. n. 63/2013, il Sismabonus Acquisti consiste in una detrazione d’imposta:
  • del 75% del prezzo di acquistoa seguito di un intervento di demolizione e ricostruzione con cui si ottiene il passaggio a una classe di rischio sismico inferiore
  • dell’85%se dopo i lavori si ottiene il passaggio a due classi di rischio inferiori.
Con il comma 4 dell'art. 119 del Decreto Rilancio, le aliquote del 75% e dell’85% sono state elevate al 110%, riservando l’agevolazione a chi acquista da un’impresa un immobile a seguito di un intervento di demolizione e ricostruzione che ha comportato il passaggio ad una classe inferiore di rischio sismico, a condizione che la compravendita avvenga entro 30 mesi dalla data di conclusione dei lavori.
L’art. 1, comma 28, della legge n. 234/2021 (legge di Bilancio 2022) ha fissato al 30 giugno 2022 il termine entro cui acquistare l'immobile per ottenere la detrazione del 110%, scadenza prorogata appunto al 31 dicembre 2022 dall’art. 18, comma 4-ter della legge n. 79/2022, salvo il rispetto delle condizioni sopraelencate.
Dal 1° luglio quindi l’aliquota dovrebbe tornare, fino al 2024, ai valori del 75% e dell’85%.