18 Aprile 2022

Affidamento mediante procedura negoziata, senza previa pubblicazione di bando, del servizio di progettazione e gestione del dibattito pubblico sulla proposta di intervento relativa allo "Stadio di Milano"

Il Comune di Milano ha avviato la ricerca del coordinatore del dibattito pubblico sulla proposta di intervento relativa allo “Stadio di Milano”.


 


Come indicato dal capitolato, le prestazioni oggetto dell’appalto consistono:


 


a) nella progettazione delle modalità di svolgimento del dibattito pubblico e nell’elaborazione del Documento di progetto del dibattito pubblico, con definizione dei temi di discussione, del calendario degli incontri e delle modalità di partecipazione e comunicazione al pubblico, in conformità a quanto indicato nell’offerta, nonché nell’invio dello stesso alla Commissione Nazionale del Dibattito Pubblico;


b) nella valutazione, ed eventualmente richiesta, per una sola volta ed entro 15 (quindici) giorni dalla sua ricezione, di integrazioni e modifiche al Dossier di progetto al medesimo fornito;


c) nel favorire il confronto tra tutti i partecipanti al dibattito e nel far emergere le posizioni in campo, anche attraverso il contributo di esperti, evitando che ci siano posizioni non rappresentate, nonché nella raccolta dei contributi presentati sia in versione analogica che digitale;


d) nella definizione ed attuazione, in modo oggettivo e trasparente, del Piano di comunicazione e informazione al pubblico;


e) nella creazione, nell’organizzazione, nella gestione e nell’aggiornamento del sito internet dedicato al dibattito pubblico;


f) nella redazione della Relazione conclusiva del dibattito pubblico.


Le prestazioni oggetto dell’appalto dovranno essere eseguite dal team di lavoro indicato in sede di offerta, composto da un numero di professionalità idonee, il cui Responsabile assumerà il ruolo di Coordinatore del dibattito pubblico.


Il Coordinatore dovrà:


- avere competenza negli ambiti della trasparenza amministrativa, della partecipazione popolare – e in, generale - della democrazia partecipata, acquisita mediante rapporti professionali con Pubbliche Amministrazioni e o società a partecipazione pubblica, in particolare, nella progettazione, gestione e coordinamento di processi partecipativi, maturate in ambito nazionale e/o europeo;


- non dovrà risiedere o essere domiciliato nel territorio della Città Metropolitana di Milano, come previsto dall’art. 6, comma 5, del D.P.CM. del 10 maggio 2018 n. 76;


- non dovrà assumere incarichi od avere ruoli attivi per il Comune di Milano o per le sue Società partecipate;


- non dovrà trovarsi in conflitto di interessi.


Tutta la documentazione inerente il bando è reperibile sul sito del Comune di Milano al seguente link