30 Gennaio 2023

In crescita nel 2022 la domanda di case in acquisto in montagna

Secondo una analisi di Abitare Co. -società di intermediazione e servizi immobiliari specializzata sulle nuove residenze-, nel 2022 il costo al metro quadrato per l’acquisto di un’abitazione nuova o ristrutturata in una località rinomata è aumentato, rispetto all’anno precedente, in media del +2,8% in Italia e del +11,5% all’estero.  In particolare, nel nostro Paese il costo a metro quadro varia in media dai 1.450 euro di Sella Nevea nel tarvisiano (Friuli-Venezia Giulia) sino ai 13.000 euro al metro quadrato di Cortina d’Ampezzo, sulle Dolomiti. Il confronto coi valori delle località estere sulle alpi svizzere e francesi ci restituisce una forbice di prezzi molto ampia. Solo Cortina d’Ampezzo, Madonna di Campiglio e Courmayeur, possono avvicinarsi a località come St. Moritz in Engadina (€23.900 al mq.), Gstaad (€23.600 al mq.), Courchevel e Zermatt (entrambe €19.700 al mq.).  Tuttavia, il gap rimane molto ampio, soprattutto se guardiamo ai prezzi degli chalet di lusso: a Gstaad ci avviciniamo ai 40mila euro al metro quadrato, così come a St. Moritz ai 30mila euro al metro quadrato. La differenza fra il prezzo medio nazionale e di oltralpe si avvicina al 60%.
Cosa cercano gli acquirenti? La domanda di chi cerca un appartamento da acquistare in una località sciistica punta nell’80% dei casi su immobili di nuova o recente realizzazione con metrature comprese nella media fra i 60 e i 90 metri quadrati. Nel segmento più alto di mercato, quello con i prezzi di vendita che partono dai 7.000 euro in su al metro quadro, si prediligono immobili ad alta tecnologia (domotica e connessione digitale) e risparmio energetico, situati in prossimità di impianti sciistici o al centro del Paese, che abbiano posti auto coperti, depositi per sci e scarponi, camino, terrazzi e balconi.
Quanto costa acquistare un’abitazione nuova o ristrutturata nelle principali località sciistiche? Secondo l’analisi di Abitare Co., in cima alla classifica delle principali località turistiche montane, considerando i prezzi per acquistare un’abitazione nuova o di recente realizzazione, troviamo anche quest’anno Cortina d’Ampezzo, dove bisogna prevedere in media €13.000 a mq., ma con punte che arrivano fino a 19.000 euro al metro quadrato.
Per vivere a Courmayeur, la località sciistiche al top della Valle d’Aosta che unisce la qualità delle piste da sci alla vivacità della vita notturna, il costo medio è di 10.300 al metro quadro, ma si toccano i 12mila euro al metro quadro per le ville e gli chalet di lusso e per gli appartamenti (rari) nei nuovi edifici residenziali con vista sul Monte Bianco.
Nella top five nazionale si posizionano Madonna di Campiglio, con €9.500 al mq. , seguita di poco dalla new entry Livigno, con €9.350 al mq., e da Selva di Val Gardena con €7.950 al mq. .
Nel range compreso fra i 5.000 euro e i 7.000 euro al metro quadrato, troviamo molte località distribuite su tutto l’arco alpino: da Cervinia (€5.500 al mq.) a Ponte di Legno (€6.100 al mq.), da Bormio (€6.950 al mq.) a Sestriere (€6.350 al mq.). Scendendo coi prezzi troviamo ancora molte località affascinanti e amate dai turisti sia italiani che stranieri come Gressoney in Valle d’Aosta (€4.600 al mq.), Selva di Cadore in Veneto (3.000 al mq.) e Merano in Trentino-Alto Adige (3.000 al mq.).
E per chi ha budget “ridotti”, l’offerta è varia, come le friulane Sella Nevea (€1.450 al mq.), Piancavallo (€1.850 al mq.) e Tarvisio (€2.100 al mq.) e la trentina Peio (€1.850 al mq.).
Prezzi mediamente alti ma ben al di sotto delle località sciistiche europee più gettonate. Tra le prime cinque troviamo ben tre svizzere.  Al primo posto in assoluto si posizione St. Moritz: il prezzo medio è di €23.900 al mq. seguita da Gstaad (€23.600), ma qui per alcune strutture di lusso si arriva anche a €.37.900, il valore più alto sulle alpi. Al terzo posto si posizionano a pari “merito” (€19.700 a mq) la francese Courchevel, diventata in questi anni sempre più meta del lusso invernale ribattezzata dalla stampa come la “Montecarlo innevata” o la “pista da sci dei milionari”, e la svizzera Zermatt situata nella parte orientale del Canton Vallese.
Cosa acquistano gli italiani?  Le famiglie di Liguria, Piemonte, Lombardia e Veneto sono i primi acquirenti delle principali località italiane di montagna delle rispettive regioni, oltre naturalmente alla Valle d’Aosta e al Trentino. I cittadini del Bel Paese, che acquistano chalet e appartamenti di pregio sulle nevi straniere, puntano da sempre su località come St. Moritz e frazioni, Crans Montana e Verbier; mentre in Francia amano Chamonix e Megève in particolare.

“Rome was not built in a day”

Gabetti ha mappato e analizzato circa 200 iniziative di sviluppo residenziale romane con l’obiettivo di restituire una fotografia dell’offerta del nuovo prodotto residenziale della città. Il  Rapporto  contiene inoltre una panoramica generale del mercato immobiliare di Roma.
Scarica il report
Contattaci
Compila il form per maggiori informazioni
Sarai ricontattato al piĆ¹ presto
Invia richiesta