20 Febbraio 2023

JLL: investimenti in logistica  in Italia  nel 2022 a 3 miliardi (5% a/a);  take-up a 2,8 milioni di mq assorbiti e 150 transazioni

Nel 2022 il settore logistico si è confermato una delle asset class più attrattive, con un nuovo record di investimenti, che hanno raggiunto il valore di 3 miliardi di Euro (+5% a/a) e di take-up, pari a 2,8 Mln di mq. È quanto emerge dall’analisi di JLL, società leader nei servizi professionali e nella gestione degli investimenti per il settore immobiliare.
In particolare, nel periodo analizzato si sono concluse 63 transazioni, il cui valore medio si è attestato intorno a 47 milioni di euro
Dopo un risultato record nei primi 9 mesi dell’anno, che hanno registrato una crescita del +53% a/a, l’impatto dell’incertezza dal punto di vista macroeconomico e geopolitico ha determinato un rallentamento nel Q4. Questo è evidente anche nel contesto europeo, dove si sono realizzati nel 2022 investimenti in logistica pari a 51 Mld di euro, in calo rispetto al 2021, mentre l’Italia ha mostrato maggiore resilienza, chiudendo comunque l’anno con una variazione positiva (+5%).
I rendimenti, inclusi quelli prime, hanno iniziato a riflettere, come registrato anche nelle altre geografie, il peggioramento delle condizioni di finanziamento determinato da politiche monetarie restrittive per contenere la spinta inflazionistica.
Nel mercato delle locazioni si sono registrate 150 transazioni, per una superficie complessiva di 2,8 milioni di mq (+14% a/a). Guardando al contesto europeo, dove nel 2022 si è realizzato un take up di 31,9 Mln di mq, in lieve diminuzione rispetto al 2021, l’Italia si distingue ancora una volta per performance positive.
Il 31% delle locazioni ha riguardato asset con superficie inferiore ai 10.000 mq, a conferma dell’elevato interesse per le soluzioni di logistica urbana, la fascia tra i 10.000 e i 15.000 mq ha registrato un aumento del 5% a/a (23% del take up totale), mentre la fascia tra i 25.000 e i 50.000 mq ha registrato l’aumento a/a più consistente (+14% a/) arrivando a coprire il 22% del take up totale.
Milano guida il mercato con circa 1 milione di mq di take-up e 60 transazioni, mentre Roma si attesta intorno ai 320.000 mq di take-up con 12 transazioni. Cresce l’interesse nei corridoi lungo le principali arterie autostradali che collegano poli logistici consolidati, determinando anche la nascita di nuovi mercati.
La domanda di asset in locazione si è concentrata prevalentemente su quelli di grado A (92%) e ha riguardato operatori 3PL per più della metà della domanda (60%). Prosegue il trend di rallentamento negli assorbimenti degli operatori e-commerce (4%), mentre il settore retail ha continuato ad aumentare la presenza di mercato, assorbendo il 23% dello spazio locato.
I canoni di locazione prime sono aumentati a Milano, Roma e nel Veneto, rispettivamente a 60 €/mq/pa sia a Milano che a Roma e a 50 €/mq/pa in Veneto. I canoni prime per gli asset di ultimo miglio sono stabili rispetto al precedente trimestre sia a Milano che a Roma (110 €/mq/pa), registrando tuttavia un incremento del 22% rispetto ai valori del 2021 in entrambi i mercati.
 
Contattaci
Compila il form per maggiori informazioni
Sarai ricontattato al piĆ¹ presto
Invia richiesta