23 Gennaio 2023

RE/MAX Italia: Piemonte, in rialzo le transazioni immobiliari

Aumentano le transazioni immobiliari in Piemonte. Comparato ai trend nazionali, il terzo trimestre 2022 in questa regione risente meno della pausa estiva, con una crescita anno su anno che si conferma in linea con la variazione registrata nel 2021 sul 2020. Nella città di Torino il Q3 si rivela più debole a livello di transazioni, ma comunque allineato all’anno precedente, con un impatto sul totale regionale meno accentuato.
 
Secondo quanto emerge dal Report Real Estate DATA HUB Q3 2022 realizzato da RE/MAX Italia il maggior numero di compravendite si registra nella provincia di Torino, subito seguita dalle province di Verbano-Cusio-Ossola e Biella. 
 
Nel dettaglio, le compravendite immobiliari residenziali in Piemonte risultano essere equamente distribuite tra le diverse tipologie di appartamenti. In particolare, nel terzo trimestre si evidenzia una preferenza per il quadrilocale, a discapito del monolocale che mette a segno poche transazioni. 
 
Per quanto riguarda le tempistiche, le case si affittano in 68 giorni, dato allineato ai trend del 2021. Rallentano invece le tempistiche delle compravendite che si attestano a 160 giorni, ben 9 giorni al di sopra della media nazionale (considerando i primi 3 trimestri del 2022). Secondo i dati riportati nel Real Estate DATA HUB, nel capoluogo piemontese si denota un aumento dei giorni medi, che si attestano attualmente a 152. 
 
A Torino sul fronte dei prezzi si evidenzia un trend di crescita molto positivo, con un incremento del 9,9% per gli affitti e del 4,3% per le vendite rispetto alla media dei primi tre trimestri del 2021. I prezzi medi di locazione al metro quadro passano da 8,4 euro nel 2021 a 9,2 euro nel 2022. Per le vendite si segnala un aumento da 1.542 euro a 1.608 euro al metro quadro. Per quanto riguarda la media dei prezzi delle singole tipologie di immobili si denota una certa stabilità, con il monolocale leggermente più volatile e il trilocale meno sensibile, per il quale si osservano prezzi al metro quadro in costante aumento.
 
Nel comparto immobiliare direzionale le transazioni effettuate nel corso del primo semestre 2022 non eguagliano lo stesso periodo dell’anno precedente, disattendendo la ripresa che aveva caratterizzato il 2021. I rendimenti lordi relativi alla prima metà dell’anno in corso mostrano un apprezzamento maggiore per le zone centrali e semicentrali rispetto alle aree periferiche dove, invece, si registrano tassi più elevati.
 
Nel comparto commerciale, osservando l’andamento dei mq disponibili a Torino, prosegue la ripresa del mercato conseguente al momento critico di vacancy del 2020 e alla successiva riduzione. Nonostante ciò, i canoni di locazione non si sono mai stabilizzati, mostrando una lievissima ma continua riduzione dal 2019 a oggi. Negli ultimi 2 anni vi è stato un buon assorbimento di unità di piccole dimensioni, mentre è aumentata la disponibilità di unità di grandi dimensioni.
 
Il mercato degli spazi logistici nella città di Torino risulta saturo e con uno stock carente. Nel terzo trimestre 2022, i valori dei canoni d’affitto si attestano sui 50 euro/mq/anno. I rendimenti risultano stabili, spaziando da un minimo di 4,75% a un massimo di 5,75%; tuttavia, è possibile prevedere un lieve aumento dovuto dalle condizioni attuali di mercato che andranno a impattare sui rendimenti dei nuovi sviluppi
Contattaci
Compila il form per maggiori informazioni
Sarai ricontattato al piĆ¹ presto
Invia richiesta